Festivaletterature

I festival letterari italiani

Archivi per il mese di “aprile, 2017”

Tempo di libri e Tra le righe (da Lucca con garbo verso Milano)

É Tempo di libri: Tra le righe un editore indipendente con garbo da Lucca verso Milano Ci sarà anche Tra le righe libri, l’editore indipendente lucchese, con il marchio Garfagnana editrice, a Tempo di Libri la prima fiera dell’editoria che si terrà a Milano dal 19 al 23 aprile. Tra i 524 editori presenti dunque […]

via É Tempo di libri: Tra le righe un editore indipendente con garbo da Lucca verso Milano — Il Giornale Letterario

Annunci

Tra le righe (l’editore indipendente di Lucca) alla fiera dell’editoria Tempo di Libri

Buone nuove (e nel frattempo auguri di Buona Pasqua) Tra le righe. Prima di parlare di Milano però una promessa mantenuta. Sabato 24 giugno nell’ambito del festival letterario “Leggere Gustando”, nel castello di Castiglione di Garfagnana (Lucca), si terrà la festa di Tra le righe libri. Dalle 16 workshop sull’editoria, sulla lettura, e poi […] via […]

via L’editore indipendente Tra le righe alla fiera dell’editoria Tempo di Libri — Prospektiva

L’editore indipendente Tra le righe alla fiera dell’editoria Tempo di Libri

Buone nuove (e nel frattempo auguri di Buona Pasqua) Tra le righe. Prima di parlare di Milano però una promessa mantenuta. Sabato 24 giugno nell’ambito del festival letterario “Leggere Gustando”, nel castello di Castiglione di Garfagnana (Lucca), si terrà la festa di Tra le righe libri. Dalle 16 workshop sull’editoria, sulla lettura, e poi […]

via Tra le righe libri a Tempo di libri a Milano allo stand C7 padiglione 4 — Tra le righe libri

Slow Food Day al Tra le righe di Barga winter festival

slow-food-day-2017.jpg

Sabato 8 aprile alle ore 11 presso l’aula magna ISI, in occasione dello Slow Food Day, nell’ambito del Tra le righe winter festival, l’amministrazione comunale, la biblioteca “F.lli Rosselli”, la condotta Slow Food Garfagnana e Valle del Serchio, Tra le righe libri e ISI di Barga, presentano il libro “Fame di guerra” di Simonetta Simonetti.
Si tratta di un viaggio tra la prima guerra mondiale e gli anni cinquanta alla scoperta dei cambiamenti della cucina italiana. Dalla penuria e la nascita della cucina del poco e del senza, alle ricette di guerra; dalla tavola autarchica fino all’educazione della donna all’essere “maestra del riciclo e del riuso”.
Uno slogan su tutti: “la cucina del poco e del senza”.
Gli italiani nel Novecento hanno dovuto fare i conti con termini quali il razionamento, l’annona, i surrogati, l’autarchia, la fame da trincea, la gavetta e la marmitta. Tutte parole che mascheravano la fame di guerra e la restrizione. Il fascismo coniò slogan come “Chi mangia troppo deruba la Patria” e inaugurò gli orti di guerra sostituendo il té con il  carcadè, il Caffè con il Caffesol, una sorta di miscela marroncina che nulla manteneva dell’aroma proprio del caffè, e la pasta, dopo una forte propaganda, con il riso, prodotto dalle risaie italiane.

Al termine dell’evento gli studenti dell’Istituto alberghiero presenteranno le  degustazioni di ricette tratte dal libro cucinate con il “poco e con il senza”.
Partecipano, con l’autrice, Giovanna Stefani, Catia Gonnella, Alessio Pedri, Ivo Poli, Vincenzo Bellino, Andrea Giannasi.

 

Navigazione articolo