Festivaletterature

I festival letterari italiani

Archivio per il tag “festival del libro”

Leggere Gustando: il festival bioletterario in Garfagnana giunto alla nona edizione

manifesto-leggere-gustando-2018_Pagina_1

Leggere Gustando 2018

Festival bioletterario
IX edizione – 30 giugno 1 luglio – Castiglione di Garfagnana (Lucca)

 

Leggere gustando è un festival bioletterario che unisce il piace della lettura al piacere del gusto. Il festival è nato nel 2010 e si svolge in Garfagnana e ha avuto tra i tanti ospiti Beppino Englaro, Bruno Gambarotta, Pino Scaccia, Francesco Recami, Gigi Moncalvo, Barbara Garlaschelli, Normanna Albertini e molti altri.

Organizzato Prospektiva, Castiglione News e ProLoco si anima in sinergia tra le case editrice Tralerighe libri e Garfagnana editrice, e le realtà di tutela e promozione dei prodotti tipici Slow Food Garfagnana e Valle del Serchio, Coldiretti e Campagna Amica Agrichef. Partner è l’Amministrazione comunale di Castiglione.

La Piazza della rocca del castello lucchese è luogo ideale dove presentare libri e incontrare i sapori e gli antichi saperi.

La nona edizione del festival bioletterario, condotta da Andrea Giannasi, affronterà, attraverso differenti angoli di visione, il tema dell’essere bambini. Bambini di ieri e bambini di oggi tra pericoli, giochi, sogni e incubi. Ogni serata sarà introdotta da un autore del territorio che attraverso la propria pubblicazione ha voluto svelare ai lettori una parte delle proprie memorie e di quelle di nonni o zii. Protagonisti saranno Vanessa Panzani e Stefano Folegnani.

Saliranno sul palco poi due importanti ospiti: Flavia Piccinni, autrice di “Bellissime” il libro inchiesta dove bambine e genitori sognano “la meta finale, il posto dove vanno tutti e dove tutti sognano di essere protagonisti”. Un libro che mostra il drammatico percorso compiuto verso la realizzazione di quello stereotipo di genere che è l’anticamera dello sfruttamento della donna-oggetto. Bambine in sfilate, ma anche bambine ballerine, bambine truccate, vestite come giovani ragazze e naturalmente “bellissime”.

Paolo Miggiano autore di “La guerra di Dario”, un libro che ricostruisce le storie di bambini e innocenti morti ammazzati a Napoli. L’unica colpa è essersi trovati sulla traiettoria sbagliata. Sono decine i morti “per sbaglio” a Napoli caduti sotto il fuoco dei killer o delle “paranze” che stanno diventando il nuovo problema di una città sempre più avvolta nel problema delle baby gang.
Dunque il Leggere Gustando 2018 parlerà dei bambini, del loro mondo, e di quanto sia preziosa la loro custodia e tutela dai pericoli di un futuro sempre più social e sempre meno sociale.

L’evento si terrà nella piazza principale del Castello di Castiglione di Garfagnana tutte le sera a partire dalle ore 21. Al termine delle presentazioni si aprirà il momento conviviale con degustazione di prodotti tipici della Garfagnana.

 

Il programma:

 

Sabato 30 giugno

Leggere

Anteprima alle ore 21

Stefano Folegnani. Presentazione di “Castrum leonis. Frammenti di vita in un piccolo borgo dell’Appennino”.

(Garfagnana editrice)

 

L’ospite dalle 21,30

Flavia Piccinni 

Presentazione di “Bellissime. Baby miss, giovani modelli e aspiranti lolite”
(Fandango Libri)

 

Flavia Piccinni. Scrittrice e giornalista, ha pubblicato tre romanzi (Quel Fiume è la notte, Fandango; Lo Sbaglio, Rizzoli; Adesso Tienimi, Fazi) e un saggio sulla ‘ndrangheta (La malavita, Sperling&Kupfer). Ha vinto numerosi premi letterari (fra cui il Campiello Giovani) e radiofonici (l’ultimo è il Marco Rossi). È coordinatrice editoriale della casa editrice Atlantide. Collabora con diversi giornali. E’ autrice di documentari per Radio3 Rai e Rai1. Il suo ultimo libro è “Bellissime” (Fandango Libri, 2017), che ha prodotto due interrogazioni parlamentari e un DDL, ed è finalista al Premio Benedetto Croce e al Premio Alessandro Leogrande.

 

Gustando

Alle ore 22,15 degustazione di prodotti locali con l’Agrichef di Campagna Amica Coldiretti, Francesca Buonagurelli.

 

 

Domenica 1 luglio

Leggere

Anteprima alle ore 21

Vanessa Panzani. Presentazione “Storie di due bambini nella Garfagnana della prima metà del Novecento”.

(Garfagnana editrice)

 

L’ospite dalle 21,30

Paolo Miggiano

Presentazione di “La guerra di Dario. Vivere e morire a Napoli”

(Tralerighe libri)

 

Paolo Miggiano. Laureato in Scienze dell’Investigazione, è giornalista pubblicista. Per trentaquattro anni elicotterista della Polizia di Stato. È coordinatore delle attività della Fondazione Pol.i.s. per le vittime innocenti della criminalità e i beni confiscati alle mafie e membro dell’Associazione Cittadinanzattiva – Tribunale per i diritti del malato.Tra i suoi libri Morire a Procida, la Meridiana; I nuovi modelli di sicurezza urbana. L’esperienza della Regione Campania, Aracne; Qualcun altro bussò alla porta. Dario Scherillo e altre storie di persone vittime della violenza criminale, Spotzone.

I suoi saggi sui fenomeni mafiosi sono pubblicati in “Antimafia” – periodico del Centro Studi Lenin Mancuso di Palermo – e in “Polizia e Democrazia”.

 

Gustando

Alle ore 22,15 degustazione con i prodotti del territorio a cura di Slow Food Garfagnana e Valle del Serchio.

Annunci

Roberto Giacobbo, Beppino Englaro ed Emilio Gentile tra gli ospiti del Terracina Book Festival 2017

Roberto Giacobbo, Beppino Englaro ed Emilio Gentile tra gli ospiti del Terracina Book Festival 2017

Giunto alla sua ottava edizione il Terracina Book festival, organizzato da Innuendo editore, Tra le righe libri editore e Prospektiva, patrocinato dal Comune di Terracina, Città che Legge 2017, si apre nel centro storico venerdì 8 settembre alle ore 18 per poi proseguire fino a domenica 10. Tanti gli ospiti e i temi affrontati. Con Beppino Englaro sul palco Andrea Giannasi e Massimo Lerose dialogheranno sul fine vita e sui diritti civili ricordando Eluana Englaro. Con il famoso conduttore televisivo Roberto Giacobbo – autore della trasmissione Voyager in onda sulla Rai – invece il tema sarà quello del mistero raccontato attraverso il viaggio. Con lo storico Emilio Gentile, docente alla Sapienza di Roma in storia contemporanea, intervistato dal giornalista Cesare Rinaldi, invece l’argomento sarà il fascismo e il consenso, seguendo la lezione di Renzo De Felice. Domenica il TBF presenterà come ogni anno Poeti a duello la sfida a colpi di versi ideata da La Masnada in Calabria e portata in tour in Italia dal poeta Gianluca Pitari.

Questa edizione offrirà delle anteprime “Terracina LittleTown” a partire dalle 18,30 dedicate ai bambini.

Il Terracina Book Festival, che fa parte degli eventi delle Città del libro, è ideato da Massimo Lerose e Andrea Giannasi, che si svolge in Piazza Santa Domitilla nel centro storico di Terracina. Tra l’Appia antica, la Cattedrale, i resti delle antiche vestigia dell’impero romano si tiene il festival con contaminazioni letterarie, poetiche, cinematografiche e tanti scrittori.

Ogni giorno verrà aperto uno spazio bibliolibreria.

In dettaglio il programma del TBF 2017 prevede:

– Venerdì 8 settembreLittleTown Terracina, alle ore 18,30 con la lettura della favola “Mozart e lo Gnomo Saggio” di Simonetta Biserni.

Alle ore 19 Terracina poetica con Armando Citarelli e Andrea Sibilio.

Alle ore 20 la storica voce della Rai, Alberto Lori, presenta il suo ultimo libro “L’ombra della sera”.

Alle ore 21 sul palco Beppino Englaro.

– Sabato 9 settembre: alle ore 19 Terracina Narrante con Fabio Cervelloni autore di “Io sono l’Agenda” e Giuseppe Recchia autore di “Maledetti dalle fiamme”.

Alle ore 20 Incontro con lo storico Emilio Gentile.

Alle ore 21 sul palco Roberto Giacobbo.

– Domenica 10 settembre: alle ore 18,30 Lettura della favola “Il drago di Carta” di Simone Pozzati, illustrazioni di Valeria Cerilli e animazione attraverso il #teatrinoDelleMarionette di Alessandra Gradassi.

Alle ore 19 l’argomento sarà quello dell’universo femminile con Carmer Gasperotto e Marielena Porzio autrici di “Éco – S. Femminile plurale” e Merilia Ciconte autrice di “Dopo il buio. Storia di un amore malato”.

Alle 20 Mario Di Mario presenta “Terracina. Cronache di vita amministrativa vissuta. 1960-1990”.

Alle 21 Poeti a duello al termine del quale si terranno le premiazioni di “Si scrive Terracina”.

Il TBF fa parte della rete dei festival letterari. Dieci eventi in quattro regioni italiane tra Toscana, Puglia, Calabria e Lazio (www.prospektiva.it).

Festivaletteratura di Calabria Parole Erranti 2017

festival-letteratura-calabria-2017-2

Festivaletteratura di Calabria Parole Erranti 2017

La Masnada presenta anche quest’anno l’ormai storico appuntamento con il Festivaletteratura di Calabria Parole Erranti. Nato nel 2004, senza alcuna interruzione arriva alla sua quattordicesima edizione, vedendo transitare nel palcoscenico straordinario della piazza del Duomo di Cropani ospiti come Alessandro Haber, i Tetes de bois, Gianni Vattimo, David Riondino, Dario Vergassola, Pierpaolo Capovilla, Goffredo Fofi, Paolo Nori, Andrea Chimenti, Alessio Lega e Francesco Colella. In questi anni è stato messo in piedi dai Masnadieri un vero laboratorio artistico-letterario, facendo produzione e non limitandosi quindi ad essere contenitore: ricordiamo l’esplosione del cantautore Carmine Torchia oggi fra i più quotati, i suoi ultimi album entrambi finalisti al Premio Tenco, i libri di poesia di Gianluca Pitari, Angelo Tolomeo e Matteo Mazza, il romanzo di Vincenzo Montisano. Come se non bastasse La Masnada annovera fin dall’inizio un editore straordinario, Andrea Giannasi, presente fin dal primo festival, determinante per la crescita culturale e lo sviluppo del progetto artistico e inoltre la forza della Libreria Ubik, promotrice del dibattito letterario del capoluogo.

Quest’anno due tappe pre-festival hanno fatto vivere agli spettatori il talento del poeta Daniel Cundari e il racconto del bellissimo libro di Antonio Ludovico “La porta socchiusa”.

Questo invece il programma del Festival targato 2017:

Sabato 29 Luglio ore 22:

Domenico Dara presenta Appunti di Meccanica Celeste. A discuterne con lui Andrea Giannasi. Selezionato per il Premio Strega col suo ultimo libro, caso letterario con il Breve Trattato sulle coincidenze, lo scrittore di Girifalco è senza dubbio uno dei protagonisti principali della narrativa italiana contemporanea.

Domenica 30 Luglio ore 22:

Emidio Clementi e Corrado Nuccini in [Quattro quartetti] una reinterpretazione della omonima opera letteraria di T. S. Eliot. Dopo l’esperienza de ​’​La ragione delle mani​’​ e il lungo tour di ​’​Notturno Americano​’, torna l’accoppiata Emilio Clementi (Massimo Volume) e Corrado Nuccini (Giardini di Miro’) per proporre un viaggio letterario attraverso le parole di Thomas S. Eliot e i suoi Quattro Quartetti.

Thomas S. Eliot è stato un drammaturgo, critico letterario e può essere annoverato tra i più influenti poeti in lingua inglese del XX secolo. Premiato nel 1948 con il Nobel per la letteratura, è stato autore di diversi poemi, alcuni dei quali destinati al teatro, tra i quali Il canto d’amore di J. Alfred Prufrock (1917), La terra desolata (1922), Mercoledì delle ceneri (1930), Assassinio nella cattedrale (1935), Quattro quartetti (1945).

Emidio Clementi, scrittore e musicista, è voce e bassista dei Massimo Volume e Sorge dove suona il piano. Oltre alla musica è autore di diversi romanzi e raccolte di racconti, l’ultimo è la raccolta di Racconti “La ragione delle mani” (2012)

Corrado Nuccini è fondatore, chittarra e voce dei Giardini di Miro’, band reggiana giunta al quinto album ufficiale. L’ultimo Rapsodia Satanica (Santeria) è del 2014.

Lunedì 31 Luglio ore 22

Diego Fusaro presenta Pensare Altrimenti. A discuterne con lui Nunzio Belcaro. Torna a Catanzaro il giovane filosofo protagonista di tanti accesi confronti politici e culturali nelle principali trasmissioni televisive di approfondimento. Il suo ultimo libro edito da Einaudi pone lo sguardo del pensiero di Fusaro su “l’ordine dominante” contemporaneo che non reprime più il dissenso come avveniva nei secoli scorsi, ma opera affinché esso non si costituisca. Fa in modo che il pluralismo del villaggio globale si risolva in un monologo di massa. Perciò dissentire significa opporsi al consenso imperante, per ridare vita alla possibilità di pensare ed essere altrimenti.

Tre importantissime serate che racconteranno la storia di una certezza per la nostra regione, ovvero la presenza de La Masnada e ancor di più la racconteranno a Cropani, cittadina bisognosa come non mai di punti di riferimento forti per costruire il suo futuro, raccogliendosi intorno alla realtà di cui andare più fiera, quella che le ha permesso di essere una delle “Città del Libro” italiane.

L’ottava edizione del Leggere gustando festival bioletterario

leggere-gustando-2017.jpg

Leggere Gustando 2017 – 23/24/25 giugno
Festival Bioletterario

Il Leggere gustando è un festival bioletterario nato nel 2010 in Garfagnana. Gli ospiti dell’ottava edizione sono Barbara Garlaschelli, Normanna Albertini, Daniela Simi, Vincenzo Pardini, Caterina Frustagli, Alberto Chicayban, Piergiorgio Leaci, Tommaso Teora, Moreno Maffucci, Roberto Andreuccetti, Pietropaolo Pighini, Foscolo Nicolini, Andrea Campoli. Il festival si svolge a Castiglione di Garfagnana ed è curato da ProLoco di Castiglione di Garfagnana, Castiglione News, in sinergia con Tra le righe libri, Prospektiva, Garfagnana editrice, la collaborazione di Slow Food Garfagnana e Valle del Serchio e il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Castiglione.

Leggere gustando è un evento ideato da Andrea Giannasi ed è l’unico festival bioletterario italiano che unisce il piace della lettura al piacere del gusto.

 

Venerdì 23 giugno

Biografie femminili tra spaesamento ed emancipazione

Ore 21 – Incontro letterario e divagazioni intorno al mondo della narrazione sul palco in piazza Vittorio Emanuele II.

Con Barbara Garlaschelli autrice di “Non volevo morire vergine” (Piemme), Normanna Albertini autrice di “Se le donne abbassassero le braccia il cielo cadrebbe” (Tra le righe libri), e Daniela Simi che con Liliana Di Ponte ha scritto “Il mio paese adesso sono due. Storie di badanti” (ETS).

Partecipano all’incontro Associazioni femminili e le commissioni pari opportunità della valle del Serchio. Modera Andrea Giannasi.

Durante la serata alcune studentesse suoneranno intermezzi musicali.

 

Sabato 24 giugno

Ore 15 – Sassorosso. Soltanto chi sa raccontare storie non muore mai. A lezione da Vincenzo Pardini.

Visita al piccolo e suggestivo paese della Garfagnana nominato per la prima volta nella Bolla del 1168 “Ecclesia S. Michaelis de Saxo rubeo”. Durante l’evento si terrà un maratona letteraria con passaggio del testimone leggendo parti del libro “Grande secolo d’oro e di dolore” di Vincenzo Pardini (Il Saggiatore).

Dalle ore 17 a Castiglione di Garfagnana workshop intorno alla lettura* in collaborazione con Premio letterario internazionale Nabokov.

In programma incontri dal titolo:

Quest’atomo opaco del Male. Riflessioni sul Male: definizioni, influenze, fascinazioni

a cura di Caterina Frustagli.

Da Borges a Piazzolla. L’immagine del tango in una lettura analitica

a cura di Alberto Chicayban.

Il mondo del libro. Tutto quello che avreste dovuto sapere ma nessuno ve lo ha mai raccontato 

a cura di Andrea Giannasi.

Agenti letterari, chi sono e cosa non fanno

a cura di Piergiorgio Leaci.

Ore 20 – Cena conviviale a cura di Castiglione news e ProLoco Castiglione con prodotti tipici della Garfagnana.**

Anteprima – Alle 20,45 salirà sul palco il poeta Foscolo Nicolini.

Ore 21 – Piazzolla torna a casa: Alberto Chicayban suonerà e racconterà le storie del tango. I nonni del musicista argentino – Luigi Manetti e Clelia Bertolami – emigrarono da Massa Sassorosso nel 1888. La mamma di Astor Piazzolla, Assunta Manetti sposò il pescatore originario di Trani, Pantaleone, dando alla vita l’11 marzo del 1921 a Buenos Aires il grande musicista.

Ore 21,45 – Incipit letterario: gioco con giuria popolare (estratta a sorte dal pubblico) tra aspiranti scrittori. In due minuti gli aspiranti autori dovranno presentare un’idea e un incipit di un libro; la giuria voterà accettando o bocciando la presentazione; al turno successivo gli aspiranti autori hanno altri due minuti per presentare meglio personaggi e storia. Vanno in finale i migliori tre autori che si giocheranno libri in regalo donati dal Premio letterario internazionale Nabokov.

 

Domenica 25 giugno

Storie di uomini, donne, battaglie e guerre

Anteprima – Alle 17,30 presentazione di “Saltus Marcius” di Pietropaolo Pighini. Il libro ricostruisce la battaglia combattuta nel 186 a.C. tra Liguri Apuani e Romani e molto probabilmente accaduto in Garfagnana sotto Castiglione di Garfagnana.

Alle ore 18 sul palco in piazza Vittorio Emanuele II saliranno gli anziani che ricordano i sette mesi di Linea Gotica. Presentando il libro di Tommaso Teora “Storie di guerra vissuta” (Tra le righe libri), dialogo con Moreno Maffucci, Roberto Andreuccetti. Modera Andrea Giannasi.

 

Chiude la serata una fola di Andrea Campoli il “tatone” ormai da anni riconosciuto come l’ultimo cantore delle storie di un tempo della Garfagnana.

Al termine degustazione di prodotti tipici a cura della condotta Slow Food Garfagnana e Valle del Serchio.

 

 

 

GLI ASTERISCHI

* Per iscriversi ai workshop scrivere a tralerighelibri@gmail.com Gli iscritti riceveranno – oltre alla merenda – una cartellina personalizzata, bloc-notes e penna e i primi 20 iscritti lo speciale Passaporto dei lettori di Tempo di libri. Costo di iscrizione obbligatorio 10 euro a persona.

** Per info, costi e prenotazioni della cena rivolgersi a Valentina Folegnani.

 

 

OSPITALITÀ

STRUTTURE RICETTIVE CASTIGLIONE DI GARFAGNANA E DINTORNI

 

Agriturismo “Valli”

Loc. Valli – Castiglione di Garfagnana

Antico edificio in pietra ristrutturato, si trova a circa 200 m. dal centro storico circondato dalla

campagna. Disponibili appartamenti indipendenti con più camere ciascuno. Giardino e piscina.

328 9244939

agriturismo.valli@tin.it

http://www.agriturismovalli.it

 

B&B “Il Riolo”

di Sabatini Carmen

Via Riolo – Castiglione di Garfagnana

Tel. 0583/68064

Si trova vicino al centro storico a circa 100 m.

Dispone di una camera da 2/3 posti nell’abitazione della famiglia (bagno privato – mansarda)

 

B&B “A vejo da nonna Rita”

Loc. Pianacce – Castiglione di Garfagnana

Tel. 0583/68174

A circa 600 m dal centro storico

Dispone di tre camere nell’abitazione della famiglia (bagni in comune)

http://digilander.libero.it/nonna_rita

 

B&B “Le Pianacce”

Di Daniela Suffredini

3384571333 – 0583 68403

Loc. Pianacce – Castiglione di Garfagnana

A circa 600 m dal centro storico. Al piano terreno di un ex fabbricato colonico tipico della

Garfagnana, è stato adibito a B&B un piccolo appartamento dotato di ingresso privato, camera,

cucina e bagno indipendente.

 

B&B “Il Casale delle Pianacce”

Loc. Pianacce – Castiglione di Garfagnana

335 527 6629

A circa 600 m. dal centro storico. Ricavato in un fabbricato di antica costruzione, dispone di tre

camere, sala colazioni, terrazza.

http://www.ilcasaledellepianacce.it

info@ilcasaledellepianacce.it

 

Agriturismo “Poderino e Tramonti”

Loc. Poderino – Castiglione di Garfagnana

Appartamenti indipendenti dislocati in due casali, un casale a circa 500 m dal centro storico, l’altro

immerso nella campagna circostante a circa 1 km dal centro storico.

340 8503839 – 0583 68576

http://www.poderinotramonti.it

 

Agriturismo “Fattoria Carpineta”

Loc. Carpineta – Castiglione di Garfagnana

Appartamenti indipendenti. A circa 600 m. dal centro storico, immerso nella campagna.

0583/68510

 

Affittacamere Casale “Le Selve”

Di Pieroni Barbara

Loc. le selve – Castiglione di Garfagnana

347 1883033 – 0583 68019 – info@casaleleselve.it

La struttura, un antico fabbricato in pietra dispone di camere indipendenti e spazi comuni attrezzati.

A circa 1,5 Km dal centro storico, il casale è immerso nei boschi di castagno sopra l’abitato di

Castiglione al quale è collegato anche da sentieri trekking oltre che da una strada sterrata

percorribile in auto.

http://www.casaleleselve.it

 

Ristorante “Il Castello” – Case Vacanza

Loc. Cigiana di sopra – Castiglione di Garfagnana

Si trova a circa 300 m dal centro storico.

Il ristorante pizzeria che dispone anche di piscina, ha disponibilità di camere e case vacanza in

affitto dislocati attorno al ristorante stesso in prossimità del centro storico. Per ulteriori informazioni

contattare la struttura:

0583 68787

Michela: 335 5477619

 

Azienda agrituristica “Il Corniolo”

Loc. le Prade 25 – Castiglione di Garfagnana

A circa 1 Km dal centro storico. Rustico in pietra con due appartamenti indipendenti.

Tel 0583 68705 – 348 3578830

http://www.agriturismoilcorniolo.it

 

“IL CASONE” Centro Turistico, Albergo, Ristorante.

Loc. Casone di Profecchia – Castiglione di Garfagnana

La struttura alberghiera con rinomato ristorante, si trova a circa 15 Km dal centro storico di

Castiglione (circa 30 minuti di auto) sulla strada statale in direzione Passo delle Radici, immersa nei

verdi boschi di faggio dell’appennino Tosco Emiliano ad un’altitudine di 1314 mt sul livello del

mare. L’hotel dispone di 38 camere.

Nella stagione estiva è possibile praticare tennis , trekking, mountain bike, Sci d’erba, calcetto,

equitazione e tanti altri sport all’interno del Centro Turistico o cercare funghi porcini nelle splendide

faggete circostanti.

Tel 0583 649028

http://www.hotelilcasone.it

 

Casa per ferie “Ctg Don Vignali”

Via Fontana 4 , loc. Pian di Cerreto (Castiglione di Garfagnana ).

Telefono 328 9356270 – 0583 666593

La frazione di Pian di Cerreto si trova a circa 2 Km dal centro storico di Castiglione.

La casa per ferie dispone di 26 posti letto, con 4 bagni e 11 docce. sala da pranzo, cucina attrezzata,

sala TV, parcheggio privato, giardino, equitazione a 1 Km. E’ dotata di un ampio parco, ideale sia

per attività ludiche che di campeggio. Camere doppie e multiple con servizi ai piani. Ognuna delle

sei camere può essere adattata a seconda delle esigenze; Tutte possono ospitare da 6 a 8 persone

(eccetto una che invece ha 2 posti letto) su letti a castello e normali. Viene affittata in autogestione

per gruppi (scout, gite ecc.)

 

CASA “LIANA” – casa vacanza

Loc. Liana – Castiglione di Garfagnana

Rustico immerso nella campagna attorno a Castiglione a circa 1 km dal centro storico.

Info e prenotazioni su http://www.booking.comhttp://www.homeaway.it

Link video di presentazione: https://youtu.be/kOJdGxUU5yE

 

STRUTTURE ALBERGHIERE A S. PELLEGRINO IN ALPE

  1. Pellegrino in Alpe, che dista a circa 17 km da Castiglione (30/35 minuti in auto) è il paese abitato

posto alla maggiore altitudine dell’intera catena montuosa appenninica ed è adagiato su uno dei

versanti dell’Alpe di San Pellegrino (1525 m s.l.m.). Il paese si sviluppa attorno al “Santuario di San

Pellegrino” attualmente visitabile ed in ottimo stato di conservazione. Nel paese è allestito, vicino al

santuario, un museo dedicato alla civiltà contadina locale. Da San Pellegrino in Alpe si gode di un

ampio panorama sulla Garfagnana e sulle Alpi Apuane.

 

LA TAVERNA DEL PELLEGRINO

  1. Pellegrino in Alpe (Castiglione di Garfagnana)

Ospitalità, ristoro e vendita diretta prodotti tipici della montagna. Disponibili due appartamenti in

affitto “a notte” dotati di cucina, e ciascuno in grado di ospitare fino a 6 persone.

info@tavernadelpellegrino.it

http://www.tavernadelpellegrino.it

 

ALBERGO Ristorante “L’APPENNINO” da Pacetto

  1. Pellegrino in Alpe (Castiglione di Garfagnana)

0583 649069

 

ALBERGO Ristorante “L’ALPINO”

  1. Pellegrino in Alpe (Castiglione di Garfagnana)

0583 649068

 

ALTRE STRUTTURE RICETTIVE NELLE VICINANZE DI CASTIGLIONE

“La Lanterna” Hotel Ristorante

Loc. Le Monache Piano Pieve – Castelnuovo di Garfagnana

A circa 3 Km da Castiglione di Garfagnana

Telefono 0583.639364

www.lalanterna.eu

 

 

 

L’ottava edizione del Leggere Gustando festival bioletterario

 

Dal 23 al 25 giugno tre giorni di Leggere Gustando a Castiglione di Garfagnana. Il festival bioletterario, nato nel 2010 in Garfagnana, vedrà tra gli ospiti dell’ottava edizione Barbara Garlaschelli, Normanna Albertini, Daniela Simi, Vincenzo Pardini, Caterina Frustagli, Alberto Chicayban, Piergiorgio Leaci, Tommaso Teora, Moreno Maffucci, Roberto Andreuccetti, Pietropaolo Pighini, Foscolo Nicolini, Andrea Campoli.

 

http://www.prospektiva.it/index.php/Leggere_Gustando_2017

Slow Food Day al Tra le righe di Barga winter festival

slow-food-day-2017.jpg

Sabato 8 aprile alle ore 11 presso l’aula magna ISI, in occasione dello Slow Food Day, nell’ambito del Tra le righe winter festival, l’amministrazione comunale, la biblioteca “F.lli Rosselli”, la condotta Slow Food Garfagnana e Valle del Serchio, Tra le righe libri e ISI di Barga, presentano il libro “Fame di guerra” di Simonetta Simonetti.
Si tratta di un viaggio tra la prima guerra mondiale e gli anni cinquanta alla scoperta dei cambiamenti della cucina italiana. Dalla penuria e la nascita della cucina del poco e del senza, alle ricette di guerra; dalla tavola autarchica fino all’educazione della donna all’essere “maestra del riciclo e del riuso”.
Uno slogan su tutti: “la cucina del poco e del senza”.
Gli italiani nel Novecento hanno dovuto fare i conti con termini quali il razionamento, l’annona, i surrogati, l’autarchia, la fame da trincea, la gavetta e la marmitta. Tutte parole che mascheravano la fame di guerra e la restrizione. Il fascismo coniò slogan come “Chi mangia troppo deruba la Patria” e inaugurò gli orti di guerra sostituendo il té con il  carcadè, il Caffè con il Caffesol, una sorta di miscela marroncina che nulla manteneva dell’aroma proprio del caffè, e la pasta, dopo una forte propaganda, con il riso, prodotto dalle risaie italiane.

Al termine dell’evento gli studenti dell’Istituto alberghiero presenteranno le  degustazioni di ricette tratte dal libro cucinate con il “poco e con il senza”.
Partecipano, con l’autrice, Giovanna Stefani, Catia Gonnella, Alessio Pedri, Ivo Poli, Vincenzo Bellino, Andrea Giannasi.

 

I festival letterari in Italia

prospektiva-resistenze-letterarie

Finalmente Prospektiva: un altro modo di parlare di libri, studiato in Francia e Inghilterra

 

Dalla Francia e dall’Inghilterra c’è chi già sta tentando di imitare quello che un gruppo di amanti della lettura è riuscito a costruire in Italia. Strano a dirsi ma mentre si parla di giganti dell’editoria, è un piccolo che si fa strada con un modello di promozione della lettura assolutamente originale e innovativo. Si tratta di un progetto nato a Siena nel 1998 che oggi finalmente viene racchiuso in un unico sito: www.prospektiva.it

Prospektiva è un contenitore dove i libri vengono proposti in dieci festival letterari tra Toscana, Puglia, Calabria e Lazio; in televisione con Book generation; in libreria con le monografie; in particolari “contropremi” letterari e infine utilizzando i Bookcrossing e le contaminazioni enogastroletterarie per alimentare, oltre che la pancia, anche l’anima. Nutrimenti dunque che vedono coinvolti ogni anno decine di scrittori, giornalisti, editori e basta poco per capire che il progetto piace.

Tanti i nomi che sono saliti sui palcoscenici dei festival letterari: da Beppe Severgnini a Maurizio De Giovanni, da Alessandro Haber a Davide Riondino, da Lirio Abbate a Giuliana Sgrena, da Loriano Macchiavelli a Marco Malvaldi. Fino ad oggi in 57 edizioni di festival tra Cropani (Catanzaro), Barga (Lucca), Novoli (Lecce), Castiglione di Garfagnana (Lucca), Terracina (Latina), Civitavecchia (Roma) e Castelnuovo (Lucca), sono stati oltre 120 gli ospiti con editori come Sellerio, Longanesi, Mondadori, Giunti, Fandango, Chiarelettere e molti altri ancora.

Un progetto che vede coinvolti decine di collaboratori sparsi in tutta Italia e che ogni anno si ritrovano al Salone Internazionale del libro di Torino per fare il punto della situazione e parlare di festival, ospiti e libri. Tra questi Andrea Giannasi, Gianluca Pitari, Massimo Lerose, Piergiorgio Leaci e Maurizio Poli primi promotori di tanti momenti letterari.

Tutto questo è Prospektiva sostenuto da enti e dentro le “Città del libro” il progetto lanciato dal Centro per il libro e la lettura dal Ministero dei Beni Culturali.

Ecco il resto lo trovi qui:

http://www.prospektiva.it/

Un mare di lettere. Festival letterario di Civitavecchia 2015

un-mare-di-lettere-2015

Civitavecchia ha salutato l’ottava edizione del festival letterario “Un mare di lettere” organizzato dalla casa editrice Tra le righe libri e da Civitafilmcommission, con oltre 800 partecipanti. Sono stati 12 gli eventi letterari in programma e 19 i libri presentati. Il Contropremio Carver ha portato in città per due giorni 15 scrittori e scrittrici provenienti da tutta Italia.

Coinvolti attivamente nel programma il Liceo Classico “Guglielmotti”, il Liceo Scientifico “Galilei”, l’Istituto tecnico economico “Baccelli” e l’Istituto tecnico industriale “Marconi”.

In primo piano fin dalle prime battute del festival l’importante novità della nomina di Civitavecchia come Città del libro da parte del Centro per la lettura e del Ministero dei Beni artistici e culturali. Un traguardo raggiunto grazie al circuito dei Festival letterari di Prospektiva, che da oggi appartiene all’intera comunità.

Come anteprima degli eventi è stato presentato il docufilm “Schellschock. Scemo di guerra” con la voce narrante di Alberto Lori, curato da Andrea Giannasi, montato da Emro Video, con la regia di Gloria Trotti.

Una visione terribile del primo conflitto mondiale e degli effetti che questo ha avuto sui soldati e sui loro nervi. Il disturbo post-traumatico da stress trattato in molti casi come codardia e risolto con fucilazioni per diserzione in realtà era una vera e propria malattia che ha ucciso pur lasciando vivi migliaia di soldati. Ma “Un mare di lettere” ha voluto celebrare il ricordo della Prima guerra mondiale anche ospitando le teche della Biblioteca del Ce.Si.Va. dedicate al conflitto 1915-1918 con documenti, giornali, libri e fotografie.

Splendida la location della Cittadella della Musica che grazie al patrocinio del Comune di Civitavecchia e all’assessore Vincenzo D’Antò, che ha tagliato il nastro dell’evento, ha potuto offrirsi ai tantissimi presenti nella sua disposizione con il foyer, simile ad un caffè letterario dove sui divani si poteva parlare di libri o leggere, e la sala Molinari pronta ad essere palcoscenico per gli eventi.

Preziosa la collaborazione con la neonata associazione Book Faces, un gruppo di scrittori e scrittrici della cittadina che intendono lavorare alla promozione della lettura. Custodi della cultura libraria che hanno animato l’evento di chiusura del festival: Incipit d’autore. Si trattava di una sorta di gioco durante il quale ogni scrittore aveva 2 minuti di tempo per presentare ad una giuria popolare la propria idea di romanzo leggendo l’incipit dell’opera. Tra vincitori finali Marco Salomone, Ernesto Berretti e Alessandro Bisozzi.

Durante l’evento è stato presentato dal direttivo anche il ricco programma delle lezioni dell’Università delle Tre età di Civitavecchia.

“Siamo molto soddisfatti di questa edizione, nata tra mille difficoltà – hanno ricordato i curatori Andrea Giannasi e Piero Pacchiarotti – ma che è riuscita a sorprenderci per i tanti momenti di grande cultura. Tra gli eventi vorremmo citare gli incontri nelle scuole ringraziando dirigenti scolastici e docenti e facendo loro i complimenti perché è nelle scuole che nasce la società migliore. E abbiamo potuto toccare con mano l’intelligenza, il coraggio, la dedizione, la voglia di partecipare dei tanti ragazzi e ragazze che abbiamo incontrato. Emerge, attraverso questi incontri, un paese più ricco, più vivo e soprattutto migliore di quanto viene raccontato”.

Tante le nuove idee per l’edizione 2016 che si offrirà però come contenitore più ampio visto che Giannasi e Pacchiarotti stanno già lavorando a fondere un programma tra libri, cinema e altre forme d’arte.

Luca Telese, Gigi Moncalvo, Vincenzo Imperatore tra gli ospiti del Terracina Book Festival 2015

terracina-book-festival

Luca Telese, Gigi Moncalvo, Vincenzo Imperatore tra gli ospiti del Terracina Book Festival 2015
Giunto alla sesta edizione il Terracina Book festival, che si apre l’11 settembre e si chiude il 13, corre tra i grandi temi della storia d’Italia, tra eroi e anarchici, tra la famiglia Agnelli (e i suoi peccati) e il caso Moro. Non poteva mancare una analisi economica con una lente sulle operazioni delle banche e come le stesse, secondo Vincenzo Imperatore, imbrogliano il correntista. E poi ancora una finestra sul giallo con Fabio Mundadori e Alberto Lori e il Garfagnana in Giallo.

Spazio alla storia locale con un saggio sulla bonifica dell’Agro Pontino e un interessante studio che vede Leonardo Da Vinci alle prese con la dieta mediterranea.

Ospiti dell’edizione 2015, che si tiene in Piazza Municipio, saranno Luca Telese, Gigi Moncalvo, Vincenzo Imperatore, Gianremo Armeni, l’On. Fabio Lavagno, Carlo Ferrucci, Claudio Caprara, Ciro Pinto, Lucia Guarano, Fabio Mundadori, Alberto Lori, Romano Sauro, Daniele Vogrig, Marco Biffani, Alfredo Iannello, Giulio Alfieri, Giovanni Marchegiani, Marina Mobilio

Il Terracina Book Festival è un evento letterario ideato da Massimo Lerose e Andrea Giannasi, giunto alla sua sesta edizione che si svolge in Piazza Municipio nel borgo antico di Terracina. Tra l’Appia antica e il teatro romano si tiene il festival con contaminazioni letterarie, poetiche, cinematografiche, degustazioni di prodotti tipici e tanti scrittori.

L’evento – organizzato da Prospektiva, fogli di resistenze narrative, da Innuendo editore e da Tra le righe libri – si apre venerdì 11 settembre alle ore 16 e proseguirà per tre giorni. Tanti i temi affrontati prima della grande chiusura con Poeti a Duello lo scontro a colpi di versi giudicati da una giuria popolare e la premiazione del concorso “Si Scrive Terracina”.

Ogni giorno verrà aperto uno spazio bibliolibreria e mercatino gestito da Slow Food Terracina per far incontrare i sapori e il gusto del territorio. Sarà presente per questa edizione Slow Food Garfagnana e Valle del Serchio con il biroldo, il prosciutto bazzone, i formaggi, la mondiola, i vini degli antichi poderi, il pane di patate.

Il Terracina book festival fa parte della rete dei festival letterari. Otto eventi in quattro regioni italiane (www.prospektiva.it/festivaletterari.htm).

In dettaglio il programma del TBF 2015 prevede.
Venerdì 11 settembre

 

Ore 16,00 – Taglio del nastro e apertura della Bibliolibreria. A seguire: tavola rotonda sull’editoria. Digitale #Terracina3.0 e Abel Books.

Lancio del bando del Premio letterario internazionale Nabokov.

Ore 17 – Arcobaleno di Marina Mobilio (Innuendo).

Ore 17,30 – Scrivere tra gialli e noir. Presentazioni dei libri L’ultimo segreto di Alberto Lori (Innuendo) e  Dove scorre il male di Fabio Mundadori (Damster).
Presentazione del concorso letterario Garfagnana in Giallo.

Ore 18 – La terra che non c’era. Bonifica, colonizzazione e popolamento dell’Agro Pontino: nuovi documenti di Giulio Alfieri (Bitta).

Ore 19 – Agnelli segreti. Peccati, passioni e verità nascoste dell’ultima ‘famiglia reale’ italiana di Gigi Moncalvo (Vallecchi).
Sabato 12 settembre

Ore 16 – Innuendo Corner. L’angolo dell’insinuazione. Scrittori a confronto. Daniele Vogrig e Giovanni Marchegiani.

Ore 17 – Leonardo Da Vinci e la dieta mediterranea di Marco Biffani e Alfredo Iannello (Amrita).

Ore 17,30 – La mina tedesca. Il vero romanzo di Giaime Pintor di Carlo Ferrucci (Tra le righe libri).

Ore 18 – Questi fantasmi. Il primo mistero del caso Moro di Gianremo Armeni (Tra le righe libri). Dialogo con l’On. Fabio Lavagno della Commissione parlamentare d’inchiesta sul rapimento e l’uccisione di Aldo Moro.

Ore 19 – Io so e ho le prove. Così le banche imbrogliano il correntista di Vincenzo Imperatore (Chiarelettere).
Domenica 13 settembre

 

Ore 16 – Innuendo Corner. L’angolo dell’insinuazione. Scrittori a confronto. Donatella Massaroni, Massimo Scolaro e Ilaria D’Ambrosio.

Ore 17 – Nazario Sauro. Storia di un marinaio di Romano Sauro (La Musa).

Ore 17,30 – Gli occhiali di Sara di Ciro Pinto (Tra le righe libri).

Ore 18 – Italia Russia attraverso la lente di Puskin.

Igor Lysenko, primo segretario dell’Ambasciata russa in Italia a colloquio con Antonio D’Ettorre presidente dell’Associazione Italia-Russia circolo culturale “A.S. Puskin”.

Ore 19 – La guerra è finita. Tra movimento studentesco e lotta armata: il ’77 di Lucia Guarano (Round Robin).

Dialogo con Luca Telese. Modera Claudio Caprara.

Ore 20 Poeti a duello. Il confronto tra autori che si sfidano a colpi di versi.

Premiazione del concorso “Si scrive Terracina).

www.prospektiva.it/festivaletterari.htm

Festivaletterari: Il tra le righe di Barga dall’11 al 14 luglio

tra-le-righe-bargaIl festival del libro in uno dei borghi più belli d’Italia

Saranno Claudio Sabelli Fioretti, Gigi Moncalvo, Carlo A. Martigli e Remo Santini gli ospiti del Tra le righe di Barga, festival letterario giunto alla sesta edizione. L’evento, che negli anni ha avuto ospiti come Beppino Englaro, Rosario Priore, Antonello Caporale, Paolo Guzzanti, Aurelio Picca, Nadia Francalacci, Vincenzo Pardini, Mario Rocchi, Domenico Manzione, Normanna Albertini, David Baldacci, Giampaolo Simi, si svolge dall’11 al 14 luglio in centro storico, presso palazzo Pancrazi.  Sarà dunque la Rai a farla da padrona con Claudio Sabelli Fioretti direttamente dalla trasmissione “Un giorno da pecora” in onda su RadioDue e Gigi Moncalvo, conduttore di trasmissioni su Rai Due. Dall’altra parte Carlo A. Martigli, che molti vedono su Canale 5 al pomeriggio, e Remo Santini rappresentante della carta stampata, essendo caposervizio della redazione de La Nazione a Lucca.
La manifestazione come ogni anno è patrocinata dal Comune di Barga e saranno presenti agli eventi il sindaco Marco Bonini e l’assessore alla cultura Giovanna Stefani.

Organizzato da Prospektiva il “Tra le righe” rientra nel programma dei festival che si svolgono in quattro regioni italiane: Toscana, Puglia, Lazio e Calabria. Collaborano alla realizzazione dell’evento la libreria Poli, Prospettiva editrice, Il Giornale di Barga e la Garfagnana editrice.

Ma entriamo nel dettaglio del programma.

Giovedì 11 luglio alle ore 21 verrà presentato il libro Agnelli segreti: Peccati, passioni e verità nascoste dell’ultima «famiglia reale» italiana. Gigi Moncalvo presenta il suo ultimo libro dal titolo “Agnelli segreti” (Vallecchi). Andrea Giannasi intervisterà il giornalista (Corriere della Sera, Il Giorno, La Padania), conduttore televisivo (Canale 5 e Raidue), ex dirigente Rai, sulle figure dei consiglieri-cortigiani e sui misteri di famiglia.

Venerdì 12 luglio alle ore 21 sarà la volta di Claudio Sabelli Fioretti.

L’autore e conduttore della trasmissione radiofonica che mette sulla graticola i politici italiani sarà intervistato dal giornalista Alvaro Ranzoni. Durante l’evento verranno fatte vedere inedite registrazioni video della trasmissione.

Sabato 13 luglio alle ore 21 Carlo A. Martigli presenta L’eretico. Autore di libri di successo (l’ultimo ha venduto oltre 300.000 copie) Martigli si presenta come uno degli autori thriller storici migliori d’Italia. Ospite di numerose trasmissioni televisive di Canale 5. Intervistato da Andrea Giannasi.

Infine domenica 14 luglio dalle ore 20,30 si parlerà dell’identità della scrittura

Anteprima con gli autori lucchesi Manuele Bellonzi, Patrizia Bartoli, Silvia Redini, Brunella Bertoni, Marco Bonini, Paolo Giannotti che dialogheranno con Andrea Giannasi alla scoperta del valore del raccontare il territorio. Alle 21,15 Remo Santini presenterà i suoi libri sulla lucchesità, parlando dell’importanza dei valori e delle radici delle comunità.

 

Info e note sul sito http://prospektiva.wordpress.com/

Festival del libro Un mare di lettere

Dal 5 al 7 ottobre torna a Civitavecchia “Un mare di lettere”, il festival del libro giunto alla sua sesta edizione.
La parola chiave di questa edizione sarà la scoperta: di libri, tecnologie, storie, provocazioni, artisti, tombe etrusche, nuovi autori, musica e tanti odori e sapori.
L’evento, ideato e diretto dalla Andrea Giannasi della Prospettiva Editrice, sarà ospitato all’interno del Forte Michelangelo: tre giorni giorni dedicati al libro, con l’inaugurazione alle 17,30 alla presenza delle autorità locali, durante la quale sarà possibile ammirare i libri della biblioteca del Ce.Si.Va. e quelli della Società storica civitavecchiese. l primo giorno sarà inoltre presentato il percorso Futurista, a cura di Simone di Biasio, con le puntate di Book generation messe in onda nei sotterranei del Forte.
Alle 17,45 inizia la diretta twitter da parte di AbelBooks seguita dal social manager Damiano Celestini. Alle 18 la presentazione del libro/saggio di Franco Barlaam ‘‘Io, personal trainer’’, con Stefania Schibeci e Andrea Giannasi, mentre alle 19 ci sarà la conferenza stampa di Odoardo Toti, a cura della Società storica civitavecchiese) ‘‘Un mare di domande sulla storia civitavecchiese’’ e alle 20 ‘‘Tombaroli per caso in terra etrusca’’ di Vittorio Di Bernardino a cura di Giancarlo Scala.
I giorni che procedono il festival si svolgeranno in città – nei locali pubblici, sui treni, sui tram, sulle panchine e nei parchi – un grande bookcrossing con la ‘‘liberazione’’ di ottocento libri. Ogni volume avrà un’etichetta che riporta al festival del libro di Civitavecchia e che ricorda che il libro appartiene a tutti i lettori che lo troveranno e che dopo averlo letto dovranno lasciarlo nuovamente libero, per permettere ad altri di poterlo rileggere.
Sabato 6 ottobre sul paco saliranno molti scrittori provenienti da tutta Italia. Tra questi Sergio Consani, Cristian Ridolfi, Roberto De Gregorio, Raoul La Rosa, Caterina Capalbo, Luciana Quattrini e Stefano Carnicelli.
Alle 20 “Le regole del gioco. Il calcio e il sesso in un rapporto indissolubile” con Fabio Marucci, Damiano Celestini, Cristina Gazzellini, Corrado Gentile, Luca Sansonetti e Massimo Lerose. Modera Andrea Giannasi. Letture da Gianni Brera, Osvaldo Soriano e Nick Hornby. Per la prima volta si cerca di capire quanto sia forte il legame tra il calcio e la sessualità degli amanti del football.
Domenica alle 17 si terrà la premiazione del contropremio Carver alla presenza di decine di autori ed editori italiani.
Alle 18,30 Donne inArte tra narrativa e fotografia. Incontro con la scrittice Luciana Vasile, autrice del libro “Danzadelsè” (BrainGnu – Prospettiva), e la fotografa Giorgia Gallinari. Infine il festival sarà chiuso alle 19,30 con un manuale di omeopatia per le malattie dei bambini. Presentazione del saggio Mamma mi curo così di Maria Elena Lacquaniti.

Il programma dettagliato alla pagina www.prospektiva.it

Navigazione articolo