Festivaletterature

I festival letterari italiani

Archivio per il tag “contropremio carver”

I festival letterari in Italia

prospektiva-resistenze-letterarie

Finalmente Prospektiva: un altro modo di parlare di libri, studiato in Francia e Inghilterra

 

Dalla Francia e dall’Inghilterra c’è chi già sta tentando di imitare quello che un gruppo di amanti della lettura è riuscito a costruire in Italia. Strano a dirsi ma mentre si parla di giganti dell’editoria, è un piccolo che si fa strada con un modello di promozione della lettura assolutamente originale e innovativo. Si tratta di un progetto nato a Siena nel 1998 che oggi finalmente viene racchiuso in un unico sito: www.prospektiva.it

Prospektiva è un contenitore dove i libri vengono proposti in dieci festival letterari tra Toscana, Puglia, Calabria e Lazio; in televisione con Book generation; in libreria con le monografie; in particolari “contropremi” letterari e infine utilizzando i Bookcrossing e le contaminazioni enogastroletterarie per alimentare, oltre che la pancia, anche l’anima. Nutrimenti dunque che vedono coinvolti ogni anno decine di scrittori, giornalisti, editori e basta poco per capire che il progetto piace.

Tanti i nomi che sono saliti sui palcoscenici dei festival letterari: da Beppe Severgnini a Maurizio De Giovanni, da Alessandro Haber a Davide Riondino, da Lirio Abbate a Giuliana Sgrena, da Loriano Macchiavelli a Marco Malvaldi. Fino ad oggi in 57 edizioni di festival tra Cropani (Catanzaro), Barga (Lucca), Novoli (Lecce), Castiglione di Garfagnana (Lucca), Terracina (Latina), Civitavecchia (Roma) e Castelnuovo (Lucca), sono stati oltre 120 gli ospiti con editori come Sellerio, Longanesi, Mondadori, Giunti, Fandango, Chiarelettere e molti altri ancora.

Un progetto che vede coinvolti decine di collaboratori sparsi in tutta Italia e che ogni anno si ritrovano al Salone Internazionale del libro di Torino per fare il punto della situazione e parlare di festival, ospiti e libri. Tra questi Andrea Giannasi, Gianluca Pitari, Massimo Lerose, Piergiorgio Leaci e Maurizio Poli primi promotori di tanti momenti letterari.

Tutto questo è Prospektiva sostenuto da enti e dentro le “Città del libro” il progetto lanciato dal Centro per il libro e la lettura dal Ministero dei Beni Culturali.

Ecco il resto lo trovi qui:

http://www.prospektiva.it/

Annunci

Premio Carver: la lista dei libri prefinalisti

contropremio-carver

Contropremio Carver: la lista dei libri prefinalisti

La regola è sempre la stessa: vengono premiati i libri migliori non i nomi degli autori o i loghi delle case editrici. Il Contropremio Carver non premia neppure nomi famosi e altisonanti (meglio se sono televisivi) per cercare di vivere di luce riflessa. Qui si legge e si giudicano le storie, le poesie i saggi. Punto.
Andiamo oltre. Dopo una prima lettura, molto faticosa e lenta, la giuria ha compilato una lista di libri prefinalisti. Da questa usciranno, entro pochissimi giorni, i libri che comporranno le cinquine.
Cinque libri di narrativa, cinque libri di poesia e cinque libri di saggistica.
La premiazione sarà domenica 19 ottobre alle ore 17 presso la sala della Biblioteca a Civitavecchia nell’ambito del festival letterario “Un mare di lettere”.
Ma veniamo ai libri:

SAGGISTICA
1 – Francesco Ciotti “Conversazione sulla famiglia” –  Aracne editrice
2 – Elisabetta Alligo “Antiche credenze popolari siciliane” – Autore Libri Firenze
3 – Francesco Felis “E’ ora che qualcuno venga ad aiutarci” –  I libri di EMIL
4 – Pietro Ratto “Le pagine strappate” – Elmi’s World
5 – Valentina Polcini “Oltre la fantascienza” – Aracne editrice
6 – Giuseppe Cugno “Scenari metereologici ambientali mediterranei” – Dario Flaccovio editore
7 – Carlo Testana “Il piacere quotidiano del disegnare” – Aracne editrice

POESIA
1 – Anna Maria Liberatore “Afferra la vita”- Homo scrivens
2 – Calogero Restivo “Poesie di volti e memorie” – Prova d’autore
3 – Carla De Angelis “I giorni e le strade” – FaraEditore
4 – Emma Pretti “Un guaio che non è stato preso in esame” – Società editrice fiorentina
5 – Anna Belozorovitch “Qualcosa mi attende” – LietoColle

NARRATIVA
1 – Martino De Vita “Una coscienza inesistente”, Kimerik
2 – Massimo Felice Nisticò “Sono finite le stelle cadenti” , Rubbettino
3 – Riccardo Imperiali di Francavilla “Dici tu… titolo provvisorio”, Tullio pironti editore
4 – Claudio Ansanelli “Prima le cameriere e poi le vongole”, Homo scrivens
5 – Alice Malerba “La meccanica dei ruoli”, CartaCanta editore
6 – Gruppo Nove “Party per non tornare”, Homo Scrivens
7 – Emiliano Ereddia “Per me scomparso è il mondo”, Corrimano edizioni
8 – Arnolfo Petri “Camurrìa”, Homo Scrivens
9 – Maria Luisa Pozzi “Ciao vi dirò che la storia siamo noi”, Edizioni Memori
10 – Rosi Polimeni “Le strade del mare”, Edizioni Memori
11- Antonio Gentile “I cavalli delle giostre”, Edizioni Anordest
12 – Rossella Montefusco “La fiaba infinita, le avventure di Pulcinella, Arlecchino e Camicia straccia”, La Caravella editrice.

Tra pochi giorni saranno resi noti i libri che comporranno le cinquine dei finalisti.

http://premiocarver.wordpress.com/

Premiati i libri del Contropremio Carver 2013

 

Assegnato domenica 20 ottobre il Contropremio Carver 2013 nell’ambito del festival del libro “Un mare di lettere” organizzato da Prospektiva. Il Carver che premia i libri e non i nomi degli autori o i marchi editoriali sta lentamente ricostruendo il vero volto di un concorso letterario, smontando pezzo dopo pezzo le vecchie e ormai desuete forme, ad uso ormai esclusivamente commerciale e non culturale. Tra queste regole quella di dover ad ogni costa premiare un solo libro; se i libri buoni sono più di uno è giusto assegnare più di un premio.
Ma non solo. Il Contropremio Carver si rivolge sempre più contro se stesso, mettendosi ogni giorno in discussione, per porre in campo sfide al fine di parlare di nuovi libri, nuovi autori e nuove case editrici. Tanti ambiti culturali differenti che vanno in ogni caso affrontati perché il Carver è uno dei pochi contenitori che non si lascia condizionare o far tirare le maniche da suggeritori più legati al commerciale che alle redazioni culturali.
Pertanto Contropremio Carver come elemento positivo e non certo “contro” qualcosa o contro qualcuno.
E cosa emerge dopo questa maturazione ideale? Che i libri premiati sono stati letti, giudicati, amati, odiati e alla fine – dopo tanto discutere e litigare – emergono piccoli capolavori. A Questo punto vediamo chi ha vinto il Carver 2013 come ogni anno guidato da Andrea Giannasi.

Per la narrativa assegnato il primo posto a “E qualcosa rimane” di Nicoletta Bortolotti (Sperling & Kupfer) e a “La cura dell’attesa” di Maria Pia Romano (Lupo editore).

Per la sezione poesia si sono aggiudicati la targa “Merimia” di Gaia Gentile (Infinito edizioni) e “L’istante violento”  di Ivanoe Privitera  (Giovane Holden edizioni).

Nella sezione saggistica primo premio a “Apocalypse now? Clima, ambiente, cataclismi possiamo salvare il mondo. Ora” di Luca Lombroso (Edizioni Artestampa) e “Votare per chi, votare perché” di Rita Dietrich (IBUC).

Premi  speciali per la ricerca narrativa lo stile e l’ambiente utilizzato (l’epistolario) a “Social Zoo” di Aldo Putignano (Homo scrivens edizioni) e per aver riproposto le filastrocche a “La dea che inventò la sera” di Renzo Piccoli (Armando bimbi).

Premiati con la finale anche i seguenti libri. Per la narrativa: “Mea culpa” di Alice Malerba (Cartacanta); “Latte acido” di Rossella Luongo (edizioni della sera); “Inverno inferno” di Riccardo Battaglia (Foschi).
Per la poesia: “La libertà secondo Ferruccio Maracas” di Massimiliano Pegorini (Tapirumé); “Spine” di Cristina De Lauretis (Portaparole); “Quando ero piccola mi innamoravo di tutti correvo dietro ai gatti” di Cecilia De Angelis (Senso inverso); “Così nuda” di Barbara Serdakowski (Ensemble).
Per la saggistica: “Identità femminile e conflittualità nella relazione madre-figlia” di Carla Carotenuto (Metauro); “Alberto Moravia. Il profeta indifferente” di Maria Grazia Di Mario (Onyx); “Solitudine. Il bambino smarrito” di Barbara Fabbroni (Edizioni Universitarie romane); “Sismografie. Ritornare a L’Aquila mille giorni dopo il sisma” (Effigi) a cura di Fabio Carnelli, Orlando Paris, Francesco Tommasi.

E ora inizia il lavoro di promozione con interviste agli autori, presentazioni, incontri, recensioni e quant’altro utile a parlare di questi libri.

Contropremio Carver 2013

contropremio-carver

11° PREMIO CARVER  2013
PER OPERE EDITE

Art 1 – Il Premio Letterario Nazionale Carver è nato come contropremio che supera il mercato dei premi sostenuti dall’editoria elitaria, al fine di promuovere libri di autori italiani. Già definito dalla critica come il Premio Strega o Campiello dei nuovi scrittori, trova pieno appoggio tra i maggiori operatori del settore. Il Premio Carver si differenzia dai premi tradizionali perché vengono semplicemente premiati i libri a prescindere dal nome dell’autore o dalla casa editrice che ha pubblicato il libro.

Art 2 – Sono ammessi all’esame della giuria lavori editi (quindi pubblicati da una casa editrice) in lingua italiana a tema libero e con numerazione ISBN. Non sono posti limiti di tempo nella pubblicazione.

Art 3 – Al Premio possono partecipare saggisti, scrittori e poeti di tutte le nazionalità e senza limite di età, inviando nei termini stabiliti dal presente regolamento le opere di cui agli articoli successivi.

Art 4 – Il Premio Letterario si articola in tre sezioni: Saggistica, Narrativa e Poesia.

Art 5 – Ogni libro partecipante dovrà pervenire in 3 copie, con allegata nota con indirizzo, numero telefonico e firma dell’autore alla segreteria organizzativa del Premio Carver Prospettiva via Terme di Traiano, 25 – 00053 Civitavecchia (Roma).

Art 6 – Le opere dovranno pervenire alla segreteria del Premio entro il 30 Giugno 2013 (farà fede il timbro postale).

Art 7 – La quota di iscrizione è fissata in 20,00 euro per sezione da versare sul conto corrente postale numero 97638845 intestato a Prospettiva Editrice.

Art 8 – Consistenza del premio
1 – Pubblicazione di un libro in formato ebook per i tre vincitori delle sezioni narrativa, saggistica e poesia con Abel Books.net
2 – Promozione a livello nazionale dei libri giunti nelle cinquine dei finalisti. Ogni autore riceverà poi nota stampa di invio fax.
3 – I libri dei vincitori della sezione narrativa, saggistica e poesia verranno presentati in un evento che si svolgerà nell’ambito di un Festival letterario.
4 – Acquisto di pubblicità su Il Giornale letterario.
5 – Promozione dei tre libri vincitori sul sito della rivista letteraria Prospektiva con pubblicazione della copertina e del link ad una libreria virtuale per l’acquisto..
6 – I cinque finalisti delle sezioni narrativa, saggistica e poesia riceveranno attestati di merito e libri.

Art 9 – Il giudizio della Giuria è insindacabile. La Giuria è presieduta ogni anno da operatori del settore letterario ed è presieduta dal Dr. Andrea Giannasi.

Art 10 – La partecipazione al Premio Letterario Nazionale CARVER implica l’accettazione incondizionata del presente regolamento.

Art. 11 – Al premio non possono partecipare i libri editi da Prospettiva editrice alla quale è affidata la segreteria organizzativa.

Contropremio Carver
Prospektiva Rivista Letteraria
Via Terme di Traiano, 25
00053 Civitavecchia (Roma)

Per ulteriori informazioni
redazione@prospektiva.it

A Bortolotti e Martinelli il Carver 2012

Assegnato il contropremio Carver 2012

E’ “Il mistero della loggia perduta” di Matteo Bortolotti il vincitore della decima edizione del Carver, il contropremio dell’editoria italiana che premia i libri dopo averli semplicemente letti. Non vince il nome dell’autore o quello dell’editore, ma la scrittura e  la lettura senza condizionamenti o sotterfugi.
La cerimonia di grande successo si è svolta nell’ambito del festival del libro di Civitavecchia “Un mare di lettere”; la giuria, presieduta da Andrea Giannasi, ha assegnato nel forte Michelangelo domenica 7 ottobre le targhe dell’edizione 2012.
Il concorso dove – e non ci stancheremo mai di ripeterlo – semplicemente vengono letti i libri e non sono premiati i “nomi” degli autori o delle case editrici ma soltanto le storie narrate, le poesie composte e i saggi, ha visto prevalere nella sezione narrativa il libro “Il mistero della loggia perduta” di Matteo Bortolotti. Il secondo posto è andato a “Un orso sbrana Baricco” di Carlo Martinelli, che ha ricevuto anche il Premio speciale della giuria; terzo “La maschera” di Emanuele Gagliardi.
Per la sezione poesia primo posto è andato a “Il bianco delle vele” di Franco Casadei; il secondo a “Scuola” di Giuseppe Cappello, il terzo a “Fenomenologie seriali” di Caterina Davinio.
Per la saggistica primo posto a “Il medioevo in giallo nella narrativa di Ellis Peters” di Chiara Albertini; al secondo posto “L’innocenza ricercata. Viaggio nelle canzoni di Fabrizio De Andrè” di Stefano Galazzo e al terzo “L’interpretazione dello scarabocchio” di Pietro Spadafina.
“Quando la lettura è solo un piacere e il Carver è un vero piacere” ha ricordato Andrea Giannasi che ha poi aggiunto: “Il Contropremio Carver cresce sempre di più e questa edizione ha espresso cinquine di altissima qualità. Nella narrativa i libri sono dei piccoli capolavori e siamo certi che sentiremo parlare in futuro  di questi autori. Del resto il Carver – dopo che Chiara Valerio vincitrice nel 2004 ha iniziato a pubblicare con Bompiani e Laterza – ha dimostrato di essere veramente l’unico premio che rivolge le proprie attenzioni solo ai libri e non ai nomi degli autori o delle case editrici”.

Appuntamento all’edizione del 2013 con molte novità in programma, ma nel frattempo nelle prossime settimane il Carver sarà impegnato a promuovere i libri vincitori ricordando che le cinquine saranno tutte segnalate e ricordate.

Le cinquine erano composte da: nella narrativa erano in finale “Il lato oscuro” di Alessandra Camanini De Paoli; “Il mistero della loggia perduta” di Matteo Bortolotti; “Bad news” di Davide Bacchilega; “Un orso sbrana Baricco” di Carlo Martinelli; “La maschera” di Emanuele Gagliardi.
Per la poesia la cinquina era composta da “Il bianco delle vele” di Franco Casadei; “Indizi… forse” di Gianfranco Isetta; “Fenomenologie seriali” di Caterina Davinio; “Scuola” di Giuseppe Cappello; “Ali nel cielo. Pensieri e preghiere per realizzare la Via del Cuore” di Anna Capurso.
Per la saggistica: “Più calcio, più memoria” di Lucio Schiuma e Franco Ascani; “La bioenergetica” di Salvatore Leone; “L’innocenza ricercata. Viaggio nelle canzoni di Fabrizio De Andrè” di Stefano Galazzo; “Il medioevo in giallo nella narrativa di Ellis Peters” di Chiara Albertini; “L’interpretazione dello scarabocchio” di Pietro Spadafina.

Informazioni, note, fotografie e filmati sono visibili nel sito www.prospektiva.it/carver.htm

 

 

 

Festival del libro Un mare di lettere

Dal 5 al 7 ottobre torna a Civitavecchia “Un mare di lettere”, il festival del libro giunto alla sua sesta edizione.
La parola chiave di questa edizione sarà la scoperta: di libri, tecnologie, storie, provocazioni, artisti, tombe etrusche, nuovi autori, musica e tanti odori e sapori.
L’evento, ideato e diretto dalla Andrea Giannasi della Prospettiva Editrice, sarà ospitato all’interno del Forte Michelangelo: tre giorni giorni dedicati al libro, con l’inaugurazione alle 17,30 alla presenza delle autorità locali, durante la quale sarà possibile ammirare i libri della biblioteca del Ce.Si.Va. e quelli della Società storica civitavecchiese. l primo giorno sarà inoltre presentato il percorso Futurista, a cura di Simone di Biasio, con le puntate di Book generation messe in onda nei sotterranei del Forte.
Alle 17,45 inizia la diretta twitter da parte di AbelBooks seguita dal social manager Damiano Celestini. Alle 18 la presentazione del libro/saggio di Franco Barlaam ‘‘Io, personal trainer’’, con Stefania Schibeci e Andrea Giannasi, mentre alle 19 ci sarà la conferenza stampa di Odoardo Toti, a cura della Società storica civitavecchiese) ‘‘Un mare di domande sulla storia civitavecchiese’’ e alle 20 ‘‘Tombaroli per caso in terra etrusca’’ di Vittorio Di Bernardino a cura di Giancarlo Scala.
I giorni che procedono il festival si svolgeranno in città – nei locali pubblici, sui treni, sui tram, sulle panchine e nei parchi – un grande bookcrossing con la ‘‘liberazione’’ di ottocento libri. Ogni volume avrà un’etichetta che riporta al festival del libro di Civitavecchia e che ricorda che il libro appartiene a tutti i lettori che lo troveranno e che dopo averlo letto dovranno lasciarlo nuovamente libero, per permettere ad altri di poterlo rileggere.
Sabato 6 ottobre sul paco saliranno molti scrittori provenienti da tutta Italia. Tra questi Sergio Consani, Cristian Ridolfi, Roberto De Gregorio, Raoul La Rosa, Caterina Capalbo, Luciana Quattrini e Stefano Carnicelli.
Alle 20 “Le regole del gioco. Il calcio e il sesso in un rapporto indissolubile” con Fabio Marucci, Damiano Celestini, Cristina Gazzellini, Corrado Gentile, Luca Sansonetti e Massimo Lerose. Modera Andrea Giannasi. Letture da Gianni Brera, Osvaldo Soriano e Nick Hornby. Per la prima volta si cerca di capire quanto sia forte il legame tra il calcio e la sessualità degli amanti del football.
Domenica alle 17 si terrà la premiazione del contropremio Carver alla presenza di decine di autori ed editori italiani.
Alle 18,30 Donne inArte tra narrativa e fotografia. Incontro con la scrittice Luciana Vasile, autrice del libro “Danzadelsè” (BrainGnu – Prospettiva), e la fotografa Giorgia Gallinari. Infine il festival sarà chiuso alle 19,30 con un manuale di omeopatia per le malattie dei bambini. Presentazione del saggio Mamma mi curo così di Maria Elena Lacquaniti.

Il programma dettagliato alla pagina www.prospektiva.it

Contropremio Carver 2012

Premio Carver 2012
Le cinquine dei finalisti

Sono state rese note le cinquine dei libri che sono arrivati all’ultima selezione.
I libri verranno premiati domenica 7 ottobre alle ore 17 nell’ambito del festival del libro di Civitavecchia presso il Forte Michelangelo (porto antico).
La giuria presieduta da Andrea Giannasi ha segnalato i seguenti finalisti suddivisi per sezione:

Narrativa
“Il lato oscuro” di Alessandra Camanini De Paoli (Edizioni Clandestine)
“Il mistero della loggia perduta” di Matteo Bortolotti (Felici editore)
“Bad news” di Davide Bacchilega (Giulio Perrone editore)
“Un orso sbrana Baricco” di Carlo Martinelli (Curcu & Genovese)
“La maschera” di Emanuele Gagliardi (RaiEri)

Poesia
“Il bianco delle vele” di Franco Casadei (Raffaelli Editore)
“Indizi… forse” di Gianfranco Isetta (Puntoacapo editrice)
“Fenomenologie seriali” di Caterina Davinio (Campanotto editore)
“Scuola” di Giuseppe Cappello (Aletti editore)
“Ali nel cielo. Pensieri e preghiere per realizzare la Via del Cuore” di Anna Capurso (Leggere per cambiare edizioni)

Saggistica
“Più calcio, più memoria” di Lucio Schiuma e Franco Ascani (edizioni Libreria Croce)
“La bioenergetica” di Salvatore Leone (E.N.D.O. Edizioni)
“L’innocenza ricercata. Viaggio nelle canzoni di Fabrizio De Andrè” di Stefano Galazzo (Medea edizioni)
“Il medioevo in giallo nella narrativa di Ellis Peters” di Chiara Albertini (Casa editrice Kimerik)
“L’interpretazione dello scarabocchio” di Pietro Spadafina (Bastogi)

Info e note: http://www.prospektiva.it/carver.htm

Contropremio Carver il 7 ottobre

Le premiazioni del contropremio Carver si svolgeranno domenica 7 ottobre alle ore 17 presso il Forte Michelangelo a Civitavecchia, nell’ambito del festival del libro “Un mare di lettere”.Nella suggestiva cornice del maschio la giuria presieduta da Andrea Giannasi consegnerà i superpremi ai vincitori delle tre sezioni in gara: narrativa, poesia e saggistica.
Nato come contropremio, il Carver non premia i nomi degli autori o quelli delle case editrici, ma segue l’unico mezzo possibile per segnalare nuovi autori: ovvero LEGGE I LIBRI.
Anche la giuria ha la sua importanza visto che è rigorosamente segreta e composta da giornalisti, scrittori e operatori del settore che cambiano ogni anno.
In gara quest’anno dopo la prima preselezione:

Narrativa
1.    “Drest. Hollywood, anni Trenta. Anche nel bianco e nero, il talento è una questione di colore” di Saverio Manzi (Neftasia editore)
2.    “Il lato oscuro” di Alessandra De Paoli (Edizioni Clandestine)
3.    “Il mistero della loggia perduta” di Matteo Bortolotti (Felici editore)
4.    “La corte del bagolaro” di Daniele Ninfole (Besa editrice)
5.    “Bad news” di Davide Bacchilega (Giulio Perrone editore)
6.    “Piove anche a Roma” di Sergio Pent (Aliberti editore)
7.    “Il profumo della farina calda” di Armido Malvolti (Aliberti editore)
8.    “La venditrice di piccole cose e altri racconti” di Patrizia Bartoli (Incontri editrice)
9.    “Un orso sbrana Baricco” di Carlo Martinelli (Curcu & Genovese)
10.    “Il lago del diavolo” di Gianni Andrei (Robin edizioni)
11.    “La maschera” di Emanuele Gagliardi (RaiEri)
12.    “Carne” di Massimo Felice Nisticò (Rubettino editore)

Poesia
1.    “Poesia come pietra” di Massimiliano Damaggio (Edizioni Ensemble)
2.    “Il bianco delle vele” di Franco Casadei (Raffaelli Editore)
3.    “Memoria Liquida” di Massimo Gallo (Stampa 2009)
4.    “Indizi… forse” di Gianfranco Isetta (Puntoacapo editrice)
5.    “La Su.realtà” di Martina Belkin e Cecilia Raneri (Ginevra Bentivoglio EditoriA)
6.    “Fenomenologie seriali” di Caterina Davinio (Campanotto editore)
7.    “Scuola” di Giuseppe Cappello (Aletti editore)
8.    “L’uomo alla finestra” di Anna Belozorovitch (Besa editrice)
9.    “Postumi” di Puccio Chiesa (Editrice Zona)
10.    “Evanescenze ed alchimie dell’anima” di Donato Ladik (Seneca edizioni)
11.    “Ali nel cielo. Pensieri e preghiere per realizzare la Via del Cuore” di Anna Capurso (Leggere per cambiare edizioni)
12.    “Tentazioni occidentali” di Renzo Piccoli (Guida)

Saggistica
1.    “Più calcio, più memoria” di Lucio Schiuma e Franco Ascani (edizioni Libreria Croce)
2.    “Verso la felicità” di Piero Pierdiluca (Armando editore)
3.    “La bioenergetica” di Salvatore Leone (E.N.D.O. Edizioni)
4.    “Jane Eyre. Una rilettura contemporanea” di Lorenzo Spurio (Lulu edizioni)
5.    “Vivere da –morto- per una vita futura” di Oscar Esile (Akea edizioni)
6.    “L’innocenza ricercata. Viaggio nelle canzoni di Fabrizio De Andrè” di Stefano Galazzo (Medea edizioni)
7.    “Il medioevo in giallo nella narrativa di Ellis Peters” di Chiara Albertini (Casa editrice Kimerik
8.    “L’interpretazione dello scarabocchio” di Pietro Spadafina (Bastogi)
9.    “Il concilio di Nicea” di Paolo Lissoni (Io Sono edizioni)
10.    “Originalità della scrittura giornalistica di Italo Calvino nel secondo dopoguerra” di Alessandra Chiappori (Albatros)
11.    “Un paesaggio epocale: capitale ed ambiente” di C. Orazio Nobile (Italian University press)
12.     “Ministri” di Francesco Di Lorenzo (Uppress)
13.    “Enigma” di Silvana Zanella (Excelsior edizioni)

Navigazione articolo